2020 Purificatori d’aria più popolari
We use cookies to improve your online experience. By continuing browsing this website, we assume you agree our use of cookies.
By KDL | 19 November 2020 | 0 Comments

2020 Purificatori d’aria più popolari

Proscenic Official Store
P11
$ 207.20
850T
$ 207.20
A8
$ 119.20
I7
$ 95.20
808C
$ 79.20
T21
$ 103.20

 

1.Ha senso comprare un purificatore per l’aria?

Molto spesso si è soliti credere che l’inquinamento dell’aria sia quello presente nelle città, dovuto alle emissioni delle automobili, delle industrie e dei mezzi pubblici ma, sorprendentemente, si può scoprire come anche quella che abbiamo in casa o comunque negli ambienti chiusi sia molto più inquinata. Ma quali sono questi agenti inquinanti? Si annoverano tra questi inquinanti l’anidride carbonica dovuta alla respirazione, le gocce di saliva prodotte dalla tosse o dagli starnuti che abbiamo imparato a conoscere durante la pandemia da Covid (noti anche come droplet), fumo di sigaretta, profumi per ambienti, peli sostanze dovute alla combustione dei cibi, emissioni dovute ai materiali d’edilizia e d’arredamento, agenti chimici dovuti a smalti, solventi, detersivi e molto altro.


 
Detto questo è davvero necessario procedere con l’acquisto di un depuratore d’aria? La risposta non è univoca. Secondo alcuni studi i depuratori d’aria non avrebbero un impatto notevole nell’abbattimento dell’inquinamento domestico anche se l’acquisto potrebbe in parte aiutare le persone più suscettibili a questo tipo di ambiente. Esistono infatti, alcune condotte che, gratuitamente, se implementate nel nostro stile di vita riescono a migliorare nettamente la qualità dell’aria. Una prima azione è quella di arieggiare per un periodo di 5 minuti almeno 3 volte al giorno le stanze soggette a questo fenomeno, in questo modo, anche se si vive in una città inquinata, si vanno a diluire tutti gli inquinanti presenti indoor.




Un secondo accorgimento per la pulizia dell’aria è quella di avere sempre in funzione la cappa aspirante quando si cucina per far si che tutti i prodotti della combustione vengano assorbiti.
Un metodo ulteriore per ridurre la concentrazione di inquinanti nell’aria domestica è anche quello di mantenere una corrente di aria fresca mentre si utilizzano cosmetici quali smalti per unghie e lacca per capelli. Un ulteriore vantaggio lo si trae quando i prodotti impiegati anche per le pulizie sono di origine naturale. È opportuno segnalare come anche i profumi per ambienti non siano sinonimi di aria pulita ma spesso questa è priva di odori.
Esposte queste accortezze gratuite si può passare ad analizzare cosa comporterebbe l’impiego di un depuratore d’aria.
L’utilizzo di questo prodotto permette, oltre a garantire un flusso fresco impedendo che negli ambienti possa circolare la solita massa d’aria, permette di eliminare altri agenti inquinanti come i COV (Composti Organici Volatili), pollini, acari, polvere e i micro-particolati.  L’impiego dei filtri a carboni attivi o dei filtri HEPA, inoltre, garantisce una pulizia dell’aria immessa del 99%.

 

Considerazione da non sottovalutare è che, secondo l’Istituto Superiore di Sanità, la temperatura dell’ambiente nella quale si è dovrebbe essere compresa tra i 18° e i 20° con un tasso di umidità variabile tra il 40% e il 55%. È importante sottolinearlo perché se si dovesse eccedere nei valori precedentemente elencati si incorrerebbe in fenomeni che acuiscono gli effetti della secchezza delle vie aeree con relative problematiche per chi soffre di allergie.

2.Come scegliere un purificatore d’aria

Fatte le dovute premesse che elencano i possibili motivi che inducono all’acquisto di un purificatore d’aria, passiamo alla fase di scelta e di seguito si riporteranno alcuni criteri sulla quale basarsi per potersi orientare nel vasto mondo di questi prodotti.
Un primo consiglio sull’acquisto è che, vista la mancanza di una normativa che definisca in modo univoco i parametri di funzionamento di queste macchine, siano stati certificati da un ente esterno alla ditta di produzione.
Un secondo parametro da considerare è che ci sia il filtro HEPA per eliminare efficacemente le impurità dall’aria come i particolati.

Ulteriori chiarimenti sono da effettuare considerando l’ambiente da trattare andando a chiudere le porte.
È opportuno anche tenere sotto controllo lo stato dei filtri dell’apparecchio in quanto essi stessi possono essere causa della produzione e del rilascio degli agenti inquinanti che sono stati precedentemente assorbiti e trattenuti.
Oltre queste finezze, che tra l’altro non lo sono poi così tanto, per procedere all’acquisto di un purificatore si dovrà considerare l’ampiezza dell’ambiente da trattare. Ci si orienterà verso macchine che si addicano alle dimensioni delle camere in base al flusso d’aria erogato, alle dimensioni e alla rumorosità. Risulta infatti scomodo poter pensare di impiegare un dispositivo rumoroso in ambienti notturni così come non si può pensare di adoperare una macchina piuttosto ingombrante in spazi piccoli e angusti.

3.2020 Purificatori d’aria più popolari

Molte sono le case produttrici di questi depuratori e tra queste si annoverano Daikin, LG, Electrolux, Proscenic e De’Longhi anche se la lista potrebbe protrarsi molto di più. Di seguito ci saranno i purificatori d’aria che sono diventati popolari.

- Daikin MC70L

 

È una delle macchine che i consumatori hanno apprezzato di più. In grado di erogare aria pulita con un volume che va dai 55 metri cubi all’ora qualora impostato in modalità Silent riducendo quindi il rumore emesso (solo 16 dB) fino a 420 metri cubi all’ora in modalità Turbo garantendo il massimo delle prestazioni. La tecnologia di purificazione è del tipo a ionizzatore al plasma e il reparto di filtraggio aria è composto da un filtro elettrostatico, uno in polipropilene e uno fotocatalitico. L’accoppiata di questi tre filtri permette di eliminare cattivi odori, pollini, acari, pelo, batteri e virus.
Energeticamente parlando l’MC70L risulta molto parsimonioso perché con i suoi soli 65W di potenza garantisce un risparmio in bolletta. Alimentato a corrente, infatti, è consigliato perché non occorre alcuna installazione e il comodo telecomando wireless permette di impostarlo a distanza. Non essendo dotato di sistema di deumidificazione può essere impiegato solo come purificatore.
 

- Philips AC3256/10

 

Questo purificatore d’aria è facilmente impiegabile in ambienti di grandi dimensioni fino a 95 metri quadrati con una conseguente lievitazione del prezzo. A giustificare ciò contribuisce anche la possibilità di funzionamento automatica che varierà a seconda della qualità dell’aria e tramite il comodo indicatore LED si potrà tenere sotto controllo in tempo reale la qualità dell’aria e si potrà sapere quando è necessario sostituire i filtri con il sistema AeraSense. Il blocco bambini impedisce che l’apparecchio venga manomesso per loro mano.
 

- De’Longhi AC 230-EU

 

Questo purificatore estremamente performante è adatto a locali di medie  e grandi dimensioni forte dei suoi 255 metri cubi all’ora. Il suo efficacissimo sistema di filtraggio prevede un filtro pre-polvere, un filtro HEPA, uno ai carboni attivi, uno Nano Silver e un fotocatalizzatore a raggi UV. Il filtraggio è uno dei punti forti di questo apparecchio che è in grado di eliminare polvere, microorganismi, sostanze volatili e piccole particelle.
Il design moderno lo rende piacevole e i tasti a sfioramento permettono la regolazione delle tre possibili velocità di funzionamento. Il timer allo spegnimento, la disattivazione della ionizzazione e la funzione AQS dei sensori sono altre caratteristiche di questa macchina.
Rumorosità di 50 dB il che lo rende inadatto agli ambienti notturni. Prezzo sui 270 euro.

- Proscenic A8

 

Le dimensioni ridotte fanno di questo depuratore un prodotto per piccoli ambienti posizionabile comodamente, del resto la su capacità di immettere aria depurata è di 220 metri cubi all’ora per cui non ci si aspetta di impiegarlo in ambienti di grandi dimensioni. Nonostante ci si possa erroneamente far trarre in inganno dalle sue dimensioni, questa macchina lavora piuttosto bene. A partire dal sistema di filtraggio a quattro strati con un filtro HEPA. Il LED luminoso alla base del depuratore varierà colorazione sulla base della qualità dell’aria, si partirà dal rosso che indica una pessima qualità per poi passare al giallo ed infine al verde. La rumorosità di soli 24 db, permettono a questo depuratore di essere usato anche nella camera da letto, potendo poi anche spegnere tutte le sue luci. Il controllo tramite rete wi-fi e applicazione da smartphone lo rendono veramente comodo da programmare. I filtri andranno sostituiti ogni 2000 ore di lavoro per garantire una maggiore tranquillità per chi soffre di allergie o problemi respiratori.
Prezzo molto competitivo che si attesta sui 129 euro.
 

- Dyson Pure Cool Link

 

Come poteva mancare all’appuntamento dei depuratori Dyson? Con le sue linee futuristiche ed eleganti il Pure Linl Cool è un purificatore a torre ed è in grado di filtrare fino al 99% delle impurità presenti sull’aria. Con le dimensioni non molto ingombranti e l’angolo di rotazione di 350° è facilmente posizionabile e il getto di aria pulita arriverà anche in lontananza; proprio così perché questo depuratore è anche un ventilatore senza pale. Comodo e pratico è il display che mostrerà la qualità dell’aria e quando sarà necessario intervenire per la sostituzione dei filtri. Utile è anche il telecomando magnetico e la rumorosità davvero contenuta.

4.Come usare bene il purificatore d’aria?

Per poter sfruttare al massimo un purificatore d’aria si dovrà innanzitutto isolare l’ambiente da trattare e sostituire periodicamente i filtri adibiti al trattenimento delle impurità fluttuanti. Questo perché potrebbero col tempo, diventare loro stessi la fonte di inquinamento dell’aria domestica, andandone ad inficiare la salubrità. Si consiglia di posizionarli in posizioni comode per il filtraggio privilegiando le aree a maggior rischio.
 
 

5.In Conclusione

Per chiudere questo articolo si può dire che nonostante dal punto di vista scientifico non migliorino nettamente la qualità dell’aria, i depuratori possono, qualora ci siano persone che soffrono di allergie, con i dovuti comportamenti elencati precedentemente, favorire una salubrità dell’aria che tende a lenire le relative sintomatologie. Per cui se si è intenzionati ad acquistare uno di questi apparecchi, fatte le dovute considerazioni esposte in precedenza, qui si possono trovare le informazioni necessarie all’orientamento.
 
 

 

Uno sconto del 10%

Il tuo primo acquisto

Inserisci la tua email qui sotto per iniziare.

COUPON
Recommended for You
M7 PRO
$ 367.20
T21
$ 103.20
P11
$ 207.20
A8
$ 119.20